Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

La città che sussurrò

Anett scopre che nello scantinato della sua casa si nasconde una famiglia di ebrei. Anche se scendere le scale buie dello scantinato le fa un po' paura, è lei a portar loro da mangiare oltre a tutte le cose di cui hanno bisogno. Così conosce Carl, un bambino come lei, con cui fa presto amicizia. La famiglia di Carl sta aspettando una notte di luna piena per raggiungere il porto e fuggire in Svezia, ma le nuvole non vogliono diradarsi ed è troppo buio per scappare. Finché ad Anett non viene in mente un'idea geniale per salvare il suo amico Carl dai soldati nazisti che si stanno avvicinando sempre di più. Ma per metterla in pratica dovrà coinvolgere l'intero villaggio e soprattutto non fare troppo rumore... Questa storia, fatta di coraggio e solidarietà, è basata su una vicenda realmente accaduta durante la seconda guerra mondiale, un episodio che tiene accesa fino ad oggi la luce della speranza nella bontà umana.

Da questo toccante libro per ragazzi dell'autrice danese Jennifer Elvegren è stato tratto uno spettacolo di musica dal vivo (Milongaires e Clelia Liguori) e Sand Art (disegni con la sabbia Simona Gandòla)

Video

 

Voce: Clelia Liguori

liguoriSin da piccola dimostra una spiccata attitudine per le arti,in particolare per quella visiva rivelando propensione nella realizzazione di paesaggi e ritratti.

Nel 2003 scopre la sua grande passione per la recitazione e frequenta il laboratorio teatrale”DE POCHE.

Partecipa a numerosi stages, in particolare nel 2008 al Laboratorio “PASSIONE”presso il Teatro Stabile”Galleria Toledo” e nel 2010  al Laboratorio” IL TEATRO A TEMPO DI MUSICA

Ha recitato in: “Romeo e Giulietta”di W.Shakespeare”con la regia di Peppe Miale e “La Tempesta”di W.SHakesperare con la regia di Massimo De Matteo

Nel 2008 riceve la nomination come migliore attrice non protagonista nell’ambito della decima edizione del premio Miseno dedicato al teatro inedito  con “UN SOFFIO TRA I CAPELLI” ATTO UNICO di ANGELA MATASSA E GIOCONDA MARINELLI

In occasione  dell’ anniversario della nascita di G.B PERGOLESI partecipa in qualita’ di attrice  con un personale riadattamento dell’Opera Buffa LA SERVA PADRONA di G.B PERGOLESI  presso il Teatro PERGOLESI SPONTINI  di Jesi con la regia di MATTEO MAZZONI. Ha preso parte in qualita’ di mimo nell’opera Lirica “MADAME BUTTERFLY”di G.PUCCINI e ne”LA TRAVIATA”di G.VERDI presso il Teatro S.CARLO di Napoli

Unisce le sue doti di attrice a quelle di cantante intraprendendone lo studio con il maestro GABRIELLA DE CARLO dal 2008.

Ha parteciapato a numerose manifestazioni in qualita’ di cantante/attrice professionista: “NAPOLI IN FRAC” Musical canzoni Napoletane, veste i panni della dolce Wendy nel musical“PETER PAN”  regia di PEPPE CELENTANO,  ha partecipato alla manifestazione di corti teatrali “LA CORTE DELLA FORMICA”. prende parte al musical per ragazzi ”l’UOVO DI COLOMBO” scritto  e diretto da NIKO MUCCI. ha Collaborato al jingle di Natale per il parco di divertimenti”MIRABILANDIA

 

Sand art: Simona Gandola

sigArtista poliedrica, Simona Gandola muove i suoi primi passi all’Accademia di Belle Arti, abbinando la fotografia, la scultura e la pittura alla scenografia, disciplina in cui si specializza negli anni della formazione. Ma il suo destino non era stare dietro le quinte, così ancor prima di laurearsi è già in scena creando scenografie di luce attraverso la Sand Art.

Simona Gandola debutta come Sand Artist in veneto nel 2011, in uno spettacolo di Alessandro Gassman intitolato “Dio e Stephen Hawking”, portato in scena anche nell’anno successivo a Vicenza, Padova e Venezia. Laureata nel 2012, inizia il suo percorso come Sand Artist riuscendo a conciliare l’amore per il mondo dello spettacolo e quello per il disegno con questa suggestiva tecnica.

Da allora lavora in tutta Italia in occasione di:

programmi per bambini (RAI Yoyo, Favole della buonanotte)

trasmissioni televisive (RAI Uno, Telethon)

eventi aziendali (Covestro, Bayer; Axa)

presentazioni di libri (Dacia Maraini)

musical (Gianni Togni, Musical Europa Festival)

concerti ("Francesco, storia di un uomo – Edizioni RAI", Matera)

spettacoli teatrali (Alessandro Gassman, "Dio e Stephen Hawking")

eventi privati e pubblici (Giro d'Italia)

consulenze artistiche (Arturo Brachetti).

Momenti del backstage